Appunti di grafica per chi non è un grafico

Chi mi conosce e lavora con me sa che il mio scopo è fare in modo che i miei clienti  imparino a lavorare in autonomia.

Infatti, oltre alla consulenza vendo anche anche modelli che possano usare senza ricorrere necessariamente al mio aiuto ma l’importante  è averli progettati insieme per attingere a basi solide di appunti di grafica.

Certo è che per realizzare immagini che funzionano non basta un template: bisogna partire dagli elementi base della teoria grafica (impaginazione e scelta di colori e font) e saper trattare le immagini per adattarle a vari contesti e ottimizzarle per il web.

Ecco perché credo sia importante darvi anche qualche strumento per sperimentare da soli  tenendo però in considerazione alcuni appunti di grafica fondamentali per non sbagliare.

Abbiamo parlato qui dell’importanza di creare il giusto contenuto ed  è per questo che ti voglio dare qualche dritta sui tool che ti possono aiutare.

Un tutorial in pillole

Canva è un ottimo programma web-based ideato per realizzare velocemente grafica web con scritte, disegni e immagini.
Oltre allo strumento hai disposizione una serie di lezioni animate sulla composizione grafica, la scelta dei font, l’uso delle immagini. 

La scelta dei colori

È uno dei compiti che spaventano di più all’inizio: per scegliere i colori e gli abbinamenti giusti dovremmo fare ricorso non solo all’istinto ma anche a statistiche di vendita, emozioni suscitate, significato culturale.

Sul tema ti consiglio di leggere un post di Annamaria Testa, Colori che vendono; un’altra lettura utile è Come scegliere il colore di un logo, di Lorenzo Miglietta.

Se poi vuoi giocare un po’ coi colori ti suggerisco Adobe Color, uno strumento web gratuito che ti darà ottimi spunti.

La vera domanda però è: si può fare a meno di Photoshop?

Se non ti occupi di grafica per lavoro probabilmente non ha senso spendere soldi per un software complesso e costoso ma non ha nemmeno senso usare brutte copie 😉
Per fortuna ci sono molti utili servizi online, spesso gratuiti.
Oltre al già citato Canva, che ti consiglio per la facilità di utilizzo e la vasta disponibilità di template grafici, puoi provare a sperimentare con:

  • Visme, che punta sulle presentazioni: non ha un’interfaccia piacevole quanto Canva, ma in certe funzionalità è meglio. Ad esempio si possono scegliere font e dimensioni diversi nella stessa finestra di testo.
  • Pablo, sviluppato da Buffer per creare immagini da usare su facebook, twitter, instagram o pinterest alla massima velocità. La sua essenzialità è il suo punto di forza.
  • Infogr.am, focalizzato sulle infografiche, ha molti elementi grafici da utilizzare gratuitamente per creare infografiche partendo dai propri fogli di calcolo.
  • Snapseed è senza dubbio una delle migliori applicazioni di miglioramento delle fotografie disponibile sia su iOS che su Android. Fornisce agli utenti un interessante e potente strumento per migliorare le immagini online. Per quanto riguarda le web app siamo a livelli eccellenti. Per utilizzare le funzioni di ritocco da PC è comunque necessario utilizzare Google Chrome: Snapseed non funziona su altri browser, almeno per ora.
  • Lightroom for mobile: Adobe offre  un’app gratuita per iOS e Android che unisce le potenzialità di Lightroom con la praticità del mobile.  Elabora, organizza, archivia e condividi in tutta semplicità, ovunque ti trovi.Puoi eseguire l’editing delle foto a risoluzione massima e salvare una copia dell’originale e della versione modificata nel cloud. Ti permette di organizzare le tue foto con le parole chiave ricercabili senza dover assegnare tag.

Ma dove trovo quelle belle immagini che vedo pubblicate dai miei competitor?

Ok, te lo dico subito, ma ricorda sempre di farti questa domanda:quali foto posso usare?
Rispondo due cose che secondo me sappiamo tutti ma che a volte per pigrizia tendiamo a dimenticarci:

  • ci sono banche date di immagini adatte alla comunicazione online
  • prendere ispirazione dalle foto belle che si trovano in giro, e poi usare quelle foto non per pubblicarle così come sono, ma per scattarne di nuove, citando sempre la foto da cui si è presa ispirazione.

Quale piattaforma utilizzare per trovare immagini appropriate alla tua strategia?
The Stock: ci trovi davvero un sacco di cose interessanti: immagini, icone, illustrazioni da usare così come le trovi oppure per inserirle in Canva e modificarle in base alla tua strategia.

Arrivati a questo punto vedo nei tuoi occhi la domanda: “ma ci vuole un sacco di tempo! ”
Sì, ci vuole un sacco di tempo, ma chi ha mai detto che la comunicazione online è veloce?

Deborah GhisolfiAppunti di grafica per chi non è un grafico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.